VMware vCloud® Hybrid Service™ ora disponibile in Europa

I clienti possono ora estendere i Data Center al Cloud Pubblico e soddisfare le esigenze in termini di gestione dei dati della Gran Bretagna, il primo passo per l’espansione del servizio in tutta Europa


Milano, 25 febbraio 2014 – VMware, Inc. (NYSE: VMW), leader globale nella virtualizzazione e nell’infrastruttura cloud, annuncia oggi la disponibilità del servizio VMware vCloud® Hybrid Service™ in Europa, nel Data Center di Slough, in Gran Bretagna. Il Data Center di Slough, che si va ad aggiungere a quelli esistenti negli Stati Uniti, consente ai clienti di avere una sede per i propri dati in Europa, in linea quindi con le esigenze di compliance e di sovranità dei dati inglesi ed europei.

L’espansione del servizio in Gran Bretagna dimostra l’impegno di VMware nel fornire ai propri clienti una Infrastructure as a Service ibrida (IaaS) a livello internazionale e segna l’inizio di un piano di sviluppo del servizio VMware vCloud Hybrid in Europa.

“La risposta dei clienti alla beta di VMware vCloud® Hybrid Service™ in Gran Bretagna è stata incredibile,” ha dichiarato Gavin Jackson, Vice President e General Manager Cloud Services EMEA di VMware. “VMware è in grado di offrire il meglio dei due mondi: l’economicità e l’agilità di un cloud pubblico pienamente compatibile con il Data Center esistente, le applicazioni, i tool di gestione, la rete e i requisiti di sicurezza del cliente. Come risultato, vCloud Hybrid Service risolve questioni chiave del business delle aziende, consentendo alle organizzazioni di estendere il proprio Data Center fino al cloud, mettendo insieme il cloud privato e quello pubblico per crearne uno realmente ibrido.

Sovranità dei Dati nell’era del Cloud
Le organizzazioni IT stanno passando al cloud pubblico per fornire ai propri partner nuovi servizi, ma recenti dichiarazioni hanno messo privacy dei dati, sicurezza e sovranità dei dati in cima alla lista delle preoccupazioni dei clienti. Un Data Center inglese aiuta i clienti VMware europei a gestire le problematiche relative alla privacy dei dati, alla sicurezza e alla sovranità, sfruttando al tempo stesso il vantaggio del cloud pubblico di un’azienda leader.

Secondo una recente ricerca condotta da Vanson Bourne su 200 clienti enterprise di VMware, l’86% degli intervistati crede che sia importante assicurare che i dati di business siano conservati da un cloud service provider con base in Gran Bretagna. Inoltre, il 52% dichiara di doversi attenere alle norme in materia di conservazione dei dati o agli standard di compliance. Il 20% non sa dove siano i propri dati, compresi i dati critici.

La ricerca ha inoltre mostrato che l’85% dei clienti dichiara che il proprio cloud pubblico non è integrato nel proprio data center o lo è in parte, e che ha quindi necessità di applicazioni per migrare i carichi di lavoro e l’81% è d’accordo sulla necessità di una soluzione che renda I propri cloud pubblici semplici da gestire come l’infrastruttura IT. Per saperne di più sulla ricerca condotta sui clienti VMware.

L’approccio di VMware al cloud ibrido
vCloud Hybrid Service, basato su VMware vSphere®, consente ai clienti di estendere le stesse applicazioni, il network, la gestione e tutti gli strumenti ad ambienti sia on-premise che off-premise. I clienti possono gestire e automatizzare vCloud Hybrid Service dalla propria console vSphere, vCloud Automation Center™, vCloud Application Director™ e dai propri strumenti usando le API™ vCloud.

Il nuovo Data Center in Gran Bretagna offre una architettura software-defined data center ad alte prestazioni che include:

  • Servizio di macchine virtuali completamente ridondato – a differenza di altri cloud, VMware offre un service level agreement per la disponibilità di macchine virtuali con una infrastruttura server completamente ridondata utilizzando VMware vSphere vMotion®. Questo servizio massimizza le prestazioni e l’uptime delle applicazioni dei clienti, migrandole automaticamente e in tempo reale ad altri nodi se il server è sovraccarico o ci sono dei problemi.
  • Storage di classeEnterprise – VMware usa dischi flash-accelerated, 10G di networking e congestion control per rispondere alle esigenze in termini di prestazioni delle moderne applicazioni
  • Virtualizzazione di rete completa – Senza costi aggiuntivi, i clienti di VMware possono disporre di load balancer, firewall e VPN utilizzando reti virtuali, switch e router per replicare la configurazione della propria rete.

Il Cloud ibrido di VMware offre opportunità per i Partner
Con vCloud Hybrid Service, I Partner di Canale giocano un ruolo chiave nell’integrazione dei cloud pubblici e privati e nell’offrire soluzioni ibride ai clienti. Il servizio è stato pensato specificamente per il Canale.
“I rivenditori possono offrire capacità di cloud ibrido e strumenti di management aggiuntivi, insieme alla consulenza,” ha dichiarato Ed Dolman, Head of Channels UK e Irlanda di VMware. “Partner e rivenditori hanno la possibilità di differenziare vCloud Hybrid Service in base alle richieste.”

Per saperne di più su cosa dicono i nostri partner su vCloud Hybrid Service.

Risorse aggiuntive

VMware
VMware offre soluzioni per la virtualizzazione e per le infrastrutture cloud che consentono alle organizzazioni IT di guidare la crescita di aziende di ogni dimensione. Grazie alle caratteristiche e ai benefici della piattaforma di virtualizzazione – VMware vSphere® – le aziende si affidano a VMware per ridurre costi fissi e variabili, migliorare la flessibilità, garantire continuità di business, rafforzare la sicurezza e salvaguardare l’ambiente. Con un fatturato 2013 pari a 5,21 miliardi di dollari, oltre 500.000 clienti e 75.000 partner, VMware è leader di mercato nella virtualizzazione, che si conferma una delle priorità strategiche nell’agenda dei CIO. VMware ha sede nella Silicon Valley con uffici in tutto il mondo. Per maggiori informazioni: www.vmware.it

Contatti stampa:

VMware Italia
Stefania Cugini
Tel.: +39 02 30412700
Email: scugini@vmware.com

Ufficio stampa VMware
Imageware
Alessandra Merini
Pietro Parodi
Tel.: +39 02 700251
Email: amerini@imageware.it pparodi@imageware.it