VMware presenta la nuova piattaforma enterprise che rende disponibili i database sotto forma di servizio

VMware vFabric Data Director aiuta a tenere sotto controllo la proliferazione dei database, accelerare lo sviluppo applicativo con funzionalità database self-service e migliorare l'efficienza dei data center

Las Vegas, 29 agosto 2011 - In occasione del VMworld 2011, VMware Inc. (NYSE: VMW), leader globale nella virtualizzazione e nell'infrastruttura cloud, ha annunciato una nuova soluzione per il provisioning e la gestione dei database progettata per implementare un modello“Database-as-a-Service” all'interno degli ambienti enterprise. Estensione della strategia Cloud Application Platform di VMware, VMware vFabric Data Director permette all'IT di controllare e gestire una crescente quantità di database eterogenei mediante apposite policy di automazione, razionalizzando nel contempo lo sviluppo applicativo attraverso un modello di provisioning self-service che consente agli sviluppatori di accedere rapidamente ai servizi data base necessari per realizzare applicazioni moderne. Basato su VMware vSphere, vFabric Data Director estende inoltre i vantaggi delle infrastrutture virtualizzate anche al tier del database, ottimizzando l'utilizzo delle risorse per aumentare l'efficienza operativa e i risparmi economici.

“Le aziende sono sempre più spesso chiamate a gestire la crescita significativa dei dati richiesti dalle applicazioni moderne supportando allo stesso tempo le iniziative per lo sviluppo di applicazioni critiche”, ha dichiarato Tod Nielsen, President Application Platform di VMware. “Oggi VMware compie un passo avanti nella propria strategia per le piattaforme applicative cloud presentando servizi innovativi per l'accesso e la gestione dei dati che rispondono con più efficienza alle esigenze delle applicazioni moderne e gettano le basi di una nuova generazione di applicazioni residenti nel cloud”.

La nuova era delle applicazioni impone una moderna piattaforma applicativa nel cloud

Nell'era del cloud le applicazioni sono fondamentalmente differenti da quelle realizzate per le precedenti architetture client-server o Internet. Sempre più spesso le applicazioni moderne sono infatti scritte all'interno di framework di sviluppo ad alta produttività ed erogate attraverso infrastrutture virtuali e cloud dinamiche. Queste applicazioni devono inoltre tenere conto di una maggiore varietà di piattaforme Web, SaaS, sociali e mobili, e di volumi di dati real-time esponenzialmente più ampi.

Per affrontare questa natura mutevole delle applicazioni, VMware sta investendo in una piattaforma applicativa cloud completa comprensiva di framework di sviluppo innovativi, servizi applicativi e servizi dati, e nuovi modelli di delivery Platform-as-a-Service basati su cloud che promettono di incrementare significativamente l'efficienza operativa e la produttività degli sviluppatori, permettendo nel contempo di accedere alla più ampia gamma di servizi infrastrutturali proposti da VMware, da terze parti e dalla comunità open source. VMware sta innovando con decisione la moderna piattaforma applicativa cloud estendendo la comunità degli sviluppatori Java Spring con importanti innovazioni a livello di framework, con un set di servizi applicativi cloud di base come servizi di messaging e servizi dati in-memory, e con Cloud Foundry, il primo ambiente Platform-as-a-Service (PaaS) aperto del settore.

vFabric Data Director: provisioning e gestione self-service dei database

Con la crescita esponenziale dei dati necessari a supportare le applicazioni di oggi, le aziende soffrono sempre più spesso di una proliferazione di database sotto-gestiti, insufficientemente protetti e spesso sconosciuti. La gestione manuale di questo crescente insieme di database limita la capacità degli sviluppatori di accedere rapidamente a servizi dati per le loro applicazioni. vFabric Data Director stabilisce invece un modello basato su policy per gestire in maniera uniforme sicurezza, protezione dei dati e consumo di risorse sull'intero portafoglio di database presenti nell'azienda. Automatizzare le operazioni di routine per mezzo di best practice e policy standardizzate permette agli amministratori di database di concentrarsi sulle iniziative di maggior valore gettando nel contempo le basi per un modello di database self-service rivolto agli sviluppatori. Attraverso un apposito portale Web, gli sviluppatori sono infatti in grado di sfruttare vFabric Data Director per accedere autonomamente a una ricca gamma di servizi database rispondenti alle loro specifiche esigenze.

“Per sostenere le proprie necessità di business, le aziende devono supportare centinaia o anche migliaia di applicazioni, ma questa crescita fa salire enormemente i costi legati al funzionamento e alla gestione dei database richiesti da tali applicazioni. Lo stress che tutto questo fa ricadere sui budget IT rende più difficile poter fornire i database necessari a supportare nuovi requisiti come le applicazioni Web 2.0 o altre soluzioni collaborative emergenti, per non parlare del supporto ad attività più essenziali come test applicativi più approfonditi. Una nuova opzione emergente denominata Database-as-a-Service (DaaS) mantiene i database nel cloud proponendosi come soluzione ideale per alcune nuove applicazioni”. (Database As A Service Explodes on the Scene, Noel Yuhanna, Forrester Research Inc., 31 luglio 2008)

vFabric Data Director estende inoltre i vantaggi delle infrastrutture virtuali anche al tier del database, riducendo i costi operativi attraverso l'automazione del provisioning, del backup, del ripristino, della clonazione e del monitoraggio dei database. Realizzato sulla base di VMware vSphere, la piattaforma di virtualizzazione più diffusa nel settore, vFabric Data Director si integra con le funzionalità di vSphere dedicate alla gestione delle risorse per ottimizzarne l'utilizzo e ridurre i costi operativi complessivi.

“Semplificare la gestione delle complessità dei dati per i clienti cloud di Tier 2 è alla base della nostra strategia Database-as-a-Service”, ha affermato Jared Wray, fondatore e CTO di Tier 3. “VMware vFabric Data Director risolve molte delle sfide che i nostri clienti devono affrontare per passare ai database self-service nel cloud, e rappresenta un vero passo avanti nella tecnologia che sostiene il modello Database-as-a-Service”.

vFabric Postgres, il database relazionale ottimizzato per vSphere

Il primo database supportato da Data Director e VMware vFabric Postgres, un nuovo prodotto VMware basato su PostgreSQL e totalmente compatibile con quest'ultimo. Conforme ACID e ANSI-SQL, PostgreSQL è un database di classe enterprise che vanta una lunga tradizione di installazioni mission-critical e di supporto da parte di una vivace comunità open source.

VMware ha inoltre completato ottimizzazioni specifiche di vFabric Postgres per l'ambiente vSphere. La memoria elastica di vFabric Postgres si adatta dinamicamente al cambiamento dei workload per ottenere una superiore efficienza nell'uso della memoria e percentuali di consolidamento più alte. L'ottimizzazione dinamica dei checkpoint e la capacità di allineare automaticamente i parametri VM per raggiungere livelli ottimali di prestazioni e utilizzo delle risorse aiutano vFabric Postgres ad affermarsi come scelta ideale per gli ambienti vSphere.

I produttori di database supportano Data Director

VMware prevede di espandere il supporto di vFabric Data Director oltre PostgreSQL allargandone il modello di provisioning e gestione alla più ampia gamma possibile di database commerciali e open source.

Nel frattempo hanno già annunciato il loro supporto di vFabric Data Director:

Sybase, una società del Gruppo SAP

“Sybase, una società del Gruppo SAP, e VMware condividono la convinzione secondo la quale le nuove esigenze applicative dei clienti e i nuovi progetti di deployment nel cloud stanno cambiando il mercato dei database dal punto di vista sia architetturale che di delivery. VMware vFabric Data Director aiuterà a fornire alle aziende tecnologie database tradizionali e innovative sotto forma di servizio. Siamo impazienti di collaborare con VMware come partner privilegiato per fare di Sybase Adaptive Server Enterprise una soluzione database accessibile tramite VMware vFabric Data Director”.

Raj Nathan, Executive Vice President e Chief Marketing Officer

EMC/Greenplum:

“L'introduzione di VMware vFabric Data Director rappresenta un'efficace innovazione nel punto di intersezione tra cloud, virtualizzazione e dati. Siamo lieti di collaborare con VMware e guardiamo con soddisfazione al ruolo che la tecnologia vFabric Data Director ricopre nel nostro cloud dati Greenplum Chorus”.

Bill Cook, Presidente, Greenplum - una divisione di EMC

VMware

VMware offre soluzioni per la virtualizzazione e per le infrastrutture cloud che consentono alle organizzazioni IT di guidare la crescita di aziende di ogni dimensione. Grazie alle caratteristiche e ai benefici della piattaforma di virtualizzazione – VMware vSphere® – le aziende si affidano a VMware per ridurre costi fissi e variabili, migliorare la flessibilità, garantire continuità di business, rafforzare la sicurezza e salvaguardare l’ambiente. Con un fatturato 2010 pari a 2,9 miliardi di dollari, oltre 250.000 clienti e più di 25.000 partner, VMware è leader di mercato nella virtualizzazione, che si conferma una delle priorità strategiche nell’agenda dei CIO. VMware ha sede nella Silicon Valley con uffici in tutto il mondo e può essere raggiunta online su www.vmware.com/it.  

 

Contatti stampa

Stefania Cugini                                  
VMware Italia  
                                
Tel.: +39 02 6203 1                             
Email: scugini@vmware.com   

Alessandra Merini, Stefania Paganardi
Imageware

Tel.: +39 02 700251
Email: amerini@imageware.it, spaganardi@imageware.it