Automazione delle operations quotidiane con strumenti di scripting

Per automatizzare la gestione degli host VMware vSphere®, VMware ha sviluppato semplici strumenti di scripting per le operations ordinarie. Per automatizzare le attività manuali, è possibile scrivere script dotati delle stesse funzionalità di vSphere Client, in modo da gestire con efficienza ambienti di qualsiasi dimensione. Utilizzati con gli host vSphere mediante l'architettura VMware ESXi™ o VMware ESX®, questi strumenti consentono di amministrare con facilità gli ambienti misti.

VMware vSphere PowerCLI

VMware vSphere PowerCLI è un potente strumento della riga di comando che consente di automatizzare tutti i livelli della gestione vSphere, inclusi host, rete, storage, VM, sistema operativo guest e molto altro ancora. PowerCLI viene distribuito come snap-in di Windows PowerShell e include oltre 150 cmdlet di PowerShell, insieme a documentazione ed esempi. Integra in modo uniforme la piattaforma vSphere con Windows e .NET, il che consente di utilizzarlo individualmente o all'interno di altri strumenti di terze parti.

VMware vSphere Command-Line Interface

VMware vSphere Command-Line Interface (vCLI) è un gruppo di utility da riga di comando per effettuare il provisioning, la configurazione e la manutenzione degli host vSphere. Il set di comandi vCLI consente di eseguire i comuni comandi di amministrazione del sistema per gli host vSphere da qualsiasi macchina dotata di accesso di rete agli stessi. È inoltre possibile eseguire la maggior parte dei comandi vCLI per un sistema vCenter Server™ e utilizzare come destinazione un host vSphere gestito dal sistema VMware vCenter Server. Alcuni comandi sono in grado di automatizzare completamente la configurazione iniziale di un host vSphere, mentre altri forniscono funzionalità di diagnostica e risoluzione dei problemi. VMware fornisce pacchetti vCLI per l'installazione in sistemi Windows e Linux.

Sia vCLI che PowerCLI si basano sulla stessa interfaccia utilizzata da vSphere Client. Possono essere direttamente associati a un singolo host vSphere oppure a vCenter. Se associati a un host, sono in grado di eseguire i comandi direttamente sull'host, analogamente all'esecuzione di un comando dal COS. In questo caso, è necessaria l'autenticazione locale. In alternativa, nelle comunicazioni tramite vCenter, i comandi vCLI e PowerCLI si avvalgono degli stessi autenticazione (ad esempio, Active Directory), ruoli e privilegi e registrazione degli eventi delle interazioni vSphere Client, assicurando un framework di gestione più sicuro e sottoponibile ad audit.