VMware® vCenter™ Infrastructure Navigator™ è un componente di vCenter Operations Management Suite. Individua automaticamente i servizi applicativi, ne visualizza le relazioni e provvede a mappare le dipendenze tra applicazioni e risorse di elaborazione, storage e rete virtualizzate.

Individuazione e mappatura delle applicazioni

Gruppi di operazioni intelligenti

vCenter Infrastructure Navigator consente di utilizzare al meglio il contesto delle dipendenze delle applicazioni per gestire in modo proattivo l'infrastruttura virtuale. Grazie all'integrazione tra gruppi di operazioni intelligenti e vCenter Operations Manager, gli utenti possono identificare rapidamente i problemi di prestazioni e di capacità nel contesto, nonché le opportunità di ottimizzazione, poiché si correlano a oggetti raggruppati per settore o rilevanza operativa.

  • Organizzazione delle operazioni IT per linea di business, carico di lavoro della produzione o tipo di configurazione per creare policy di gruppo allo scopo di definire le priorità di avvisi, soglie e appartenenza ai gruppo.
  • Visualizzazione dello stato, del rischio e dell'efficacia a livello di gruppo e di componente

Crea modelli e mappature delle applicazioni

Con vCenter Infrastructure Navigator è possibile mappare i servizi in esecuzione nell'ambiente virtuale, esaminare lo stato dell'individuazione delle applicazioni, visualizzare e analizzare le dipendenze. Fornisce una vista centralizzata dell'ambiente applicativo.

  • Esegui la mappatura delle risorse di infrastruttura virtuale quali macchine virtuali, server web, server di posta, server di database, server applicativi, server di cache, server di messaggistica, server di gestione delle applicazioni e server di gestione della virtualizzazione.
  • Rileva le incoerenze rispetto alla norma e risolvi gli errori.

Definisci gruppi di protezione e piani di ripristino

Gli amministratori possono utilizzare vCenter Infrastructure Navigator per valutare l'impatto esercitato dalle varie modifiche apportate all'ambiente virtuale sulla disponibilità e sull'affidabilità della propria infrastruttura applicativa. Ciò consente una valutazione del rischio proattiva rispetto agli SLA.

  • Migliora la pianificazione della business continuity e del disaster recovery utilizzando l'individuazione e la mappatura automatizzate delle applicazioni
  • Gestisci le modifiche (pianificate o non pianificate) misurandone l'impatto sulle applicazioni