VMware vSphere® with Operations Management™ raggruppa in un'unica offerta la piattaforma di virtualizzazione più affidabile del settore, vSphere, e le funzionalità fondamentali di monitoraggio delle prestazioni e gestione della capacità.

vSphere with Operations Management

vSphere with Operations Management

Semplifica la gestione IT degli ambienti con un'infrastruttura virtuale

vSphere with Operations Management, oltre a offrire un'interfaccia utente più intuitiva rispetto a vCenter Server, ne amplia le funzionalità di monitoraggio aggiungendo analisi predittive che velocizzano il rilevamento e la correzione dei problemi e una gestione delle risorse più efficiente.

 

Principali funzionalità di VMware vSphere with Operations Management 6.0

La console di comando unificata (punto di controllo unico) visualizza i principali indicatori KPI con simboli colorati facilmente identificabili e fornisce un quadro completo degli elementi alla base dei problemi di gestione delle prestazioni e della capacità attuali o che potrebbero verificarsi in futuro.

Il monitoraggio delle prestazioni e la gestione della capacità consentono di analizzare i dati sulle prestazioni di vCenter Server, definire soglie dinamiche adattabili all'ambiente e generare avvisi in caso di degrado dello stato, colli di bottiglia e deficit di capacità.

  • I dati sulle prestazioni vengono suddivisi in parametri per valutare lo stato, i rischi e l'efficienza, consentendo così all'IT di disporre della visibilità sulle operations necessaria per identificare i problemi prestazionali in meno tempo e con maggiore facilità.
  • Mediante la gestione della capacità è possibile individuare le macchine virtuali inattive o in overprovisioning in modo da recuperare la capacità inutilizzata e aumentare la densità delle VM, senza alcun impatto sulle prestazioni.
  • Le funzionalità sono le stesse di quelle offerte da vRealize Operations Manager Standard e sono disponibili tramite un'appliance accessibile in pochi minuti.
  • Rafforzamento della sicurezza di vSphere grazie all'uso di vSphere Hardening Guidelines Checker.

Prestazioni superiori e maggiore disponibilità delle applicazioni mission critical mediante funzionalità nuove e migliorate, per fornire una flessibilità, un'efficienza e una resilienza ottimali con livelli di servizio elevati per l'ambiente IT.

  • Aumento del numero massimo di configurazioni a livello host (CPU logiche aumentate a 480) e supporto di file VMDK da 64 TB.
  • Flash Read Cache sfrutta il caching sul lato server per migliorare le prestazioni delle applicazioni.
  • Consente di ridurre la latenza delle macchine virtuali grazie alla possibilità di riservare memoria, assegnare core della CPU dedicati e disabilitare le funzionalità di rete soggette a una latenza elevata.
  • vMotion elimina i downtime delle applicazioni dovuti alla manutenzione dei server pianificata grazie alla migrazione live delle macchine virtuali tra host, cluster, switch distribuiti, vCenter Server e su lunghe distanze (RTT fino a 100 ms).
  • Multi-Processor Fault Tolerance assicura la disponibilità continua delle applicazioni (fino a 4 vCPU), senza perdite di dati in caso di guasti dei server.
  • App HA interagisce con VMware vRealize Hyperic per monitorare i servizi applicativi in esecuzione sulla macchina virtuale ed esegue operazioni di riavvio secondo quanto definito dall'amministratore in caso di problemi.
  • Il plug-in Big Data Extensions (BDE) consente agli amministratori di implementare e gestire cluster Hadoop su vSphere.
  • Ulteriori informazioni sulle funzionalità del prodotto condivise da vSphere with Operations Management e VMware vSphere.
Interfaccia di vCenter Server

Interfaccia di vCenter Server

Interfaccia di vCenter Server

Interfaccia di vSphere with Operations Management

Interfaccia di vSphere with Operations Management

Interfaccia di vSphere with Operations Management