Attraverso la gestione è possibile controllare da un punto centrale l'intero ambiente VMware vSphere® with Operations Management™ e offrire nel contempo una valida soluzione di virtualizzazione gestita aggiungendo dati su workflow, monitoraggio e prestazioni, oltre a funzionalità per l'ottimizzazione della capacità. Utilizzando le funzionalità di gestione, gli amministratori IT possono ottimizzare le risorse dell'infrastruttura ed eseguire le applicazioni business critical in assoluta sicurezza.

Informazioni sulla gestione

Controllo centralizzato e gestione proattiva

Poiché la virtualizzazione del server è estesa a più carichi di lavoro, la gestione centralizzata assume un ruolo chiave in termini di produttività e qualità del servizio. Per l'IT, avere visibilità sulla configurazione di un'infrastruttura virtualizzata significa rispondere con più facilità alle esigenze aziendali. Ad esempio, un membro del personale può monitorare centinaia di carichi di lavoro, aumentando di oltre il doppio la produttività della gestione server tipica di un ambiente fisico.

Orchestrazione dei workflow

Una volta definiti, i principali processi di gestione server possono essere acquisiti come best practice tramite l'orchestrazione dei workflow. Ciò consente di risparmiare tempo, evitare errori manuali, ridurre le spese operative e semplificare la gestione server. Amministratori e progettisti possono automatizzare i processi complessi mediante la definizione dei workflow, quindi accedervi direttamente da vSphere Client o tramite altri meccanismi di attivazione.

Capacità e prestazioni dei carichi di lavoro

Con l'espansione della virtualizzazione del server nell'ambiente IT, la visibilità sulla capacità e le prestazioni dei carichi di lavoro da un unico punto aiuta a gestire in modo semplice un'infrastruttura virtualizzata integra. L'ottimizzazione della capacità assicura il corretto dimensionamento dell'ambiente in base ai requisiti, mentre il monitoraggio delle prestazioni individua i problemi prima che possano avere un impatto sugli utenti finali. Il risultato finale? La possibilità di distribuire applicazioni business critical in tutta sicurezza.