Migliora l'utilizzo dello storage

VMware vSphere® Thin Provisioning permette di sovrallocare la capacità di storage per migliorare l'utilizzo dello storage stesso, ottimizzare la continuità operativa delle applicazioni e semplificare la gestione della capacità di storage. Non è più necessario assegnare la capacità totale in anticipo, tuttavia gli amministratori vSphere hanno a disposizione la capacità necessaria per la crescita futura.

  • Gli amministratori possono assegnare alle macchine virtuali maggiore capacità di quella a disposizione.
  • Elimina i costi dello storage non utilizzato e sovrallocato.
  • Risparmia risorse e spazio riducendo i requisiti di storage fisico.

Incremento della continuità operativa delle applicazioni per migliorare la business continuity

Gli amministratori dello storage possono eseguire le proprie attività senza dovere impiegare troppo tempo nelle attività di coordinamento tra i proprietari di applicazioni e quelli di macchine virtuali.

  • Maggiore continuità operativa delle applicazioni poiché non è necessario disattivarle spesso per la manutenzione.
  • Riduzione della necessità di coordinamento tra i diversi gruppi.

Gestione della capacità di storage più semplice

vSphere Thin Provisioning elimina i processi manuali che fanno lievitare i costi della gestione della capacità di storage.

  • Gestione sicura della capacità di storage senza attività di coordinamento complesse tra i diversi amministratori.
  • Configurazione di avvisi e allarmi per effettuare in sicurezza il thin provisioning dello storage alle macchine virtuali.

Dettagli tecnici

Thick e Thin provisioning del disco virtuale

Quando vSphere Thin Provisioning opera a livello del disco virtuale, gli amministratori VMware vSphere® possono allocare file di dischi virtuali in formato thick o thin. vSphere Thin Provisioning consente alle macchine virtuali su host vSphere di effettuare il provisioning di tutto lo spazio richiesto per le attività attuali e future del disco, impegnando però solo lo spazio di storage necessario per l'archiviazione dei dati. In questo modo lo spazio allocato inutilizzato viene eliminato e lo spazio disponibile cresce con l'aumentare dei dati archiviati sul disco virtuale. Con il formato thick, tutto lo spazio di storage necessario viene impegnato sin dall'inizio.

vSphere Thin Provisioning consente l'overcommit dei datastore. e, di conseguenza, aumenta l'utilizzo dello storage eliminando la quantità di spazio allocato inutilizzato. VMware® vCenter Server™ offre visibilità dello spazio allocato e di quello utilizzato ed emette avvisi e allarmi per informare l'amministratore vSphere in caso di una condizione di spazio insufficiente o di percentuali di overcommit elevate.

La creazione dei dischi della macchine virtuali in modalità thin provisioning risulta più rapida e l'uso dello spazio di storage è ottimizzato. Quando tutti i blocchi dei dischi thin o sparse sono allocati, risultano uguali a un disco thick.

Allarmi e report

vSphere Thin Provisioning è integrato in vCenter Server. Pertanto, è possibile produrre report e impostare soglie per gestire in modo proattivo la crescita e la capacità. In vSphere 5.5, se un array è conforme, VMware vSphere® Storage API - Array Integration attiva automaticamente gli allarmi di vCenter Server nel caso in cui venga superata la soglia di avviso di vSphere Thin Provisioning (75%).

Protezione in caso di sovrallocazione

vSphere Thin Provisioning può comportare l'eccessiva sovrallocazione. In vSphere, gli amministratori possono gestire la sovrallocazione con VMware vSphere® Storage vMotion® (che consente la migrazione dinamica di VMDK) o l'espansione dei volumi VMware vSphere® VMFS (che permette di aumentare dinamicamente le dimensioni dei datastore).