Riepilogo delle funzionalità

vSphere® Data Protection è una soluzione di backup e ripristino progettata per ambienti vSphere. Basata sulla tecnologia EMC Avamar, consente di effettuare il backup su disco delle macchine virtuali a livello di immagine e in modalità agentless. Fornisce inoltre protezione application-aware per le applicazioni Microsoft business critical (Exchange, SQL Server, SharePoint), nonché replica dei dati di backup con crittografia e con uso efficiente della WAN. vSphere Data Protection è completamente integrata con vCenter Server e vSphere Web Client.

VDP distribuito come appliance virtuale

VDP distribuito come appliance virtuale

Backup e ripristino efficienti

Protezione affidabile delle macchine virtuali e delle applicazioni business critical con riduzione al minimo delle finestre di backup e dell'utilizzo dello storage, per diminuire i costi dell'infrastruttura di backup.

  • Deduplicazione a lunghezza variabile: consente di ottenere percentuali di deduplicazione molto elevate e di ridurre i requisiti dello storage di backup fino al 75% rispetto alle tecnologie di deduplicazione a lunghezza fissa. La deduplicazione viene eseguita in tutte le macchine virtuali sottoposte a backup dalla stessa appliance virtuale.
  • Backup application-aware: i backup a livello di applicazione per Microsoft Exchange, Microsoft SharePoint e Microsoft SQL Server vengono eseguiti utilizzando un agente in-guest leggero, che garantisce backup coerenti con l'applicazione e ripristino granulare.
  • Integrazione con i sistemi EMC Data Domain: maggiore scalabilità effettuando il backup in un sistema Data Domain; efficienza di backup aumentata utilizzando il software DD Boost.
  • Verifica automatizzata dei backup: i ripristini pianificati e automatizzati delle macchine virtuali consentono di testare l'integrità dei backup.

Ripristino prevedibile e rapido

  • Ripristino in un singolo passaggio: backup completi e sintetici semplificano l'esplorazione dei punti di ripristino per un ripristino in un singolo passaggio di macchine virtuali.
  • Ripristino dei blocchi modificati: riduce le tempistiche rispetto ai ripristini completi dell'immagine ripristinando solo la differenza dei blocchi modificati della macchina virtuale.
  • Replica dei dati di backup con crittografia e uso efficiente della WAN: la deduplicazione a lunghezza variabile, insieme alla compressione e alla crittografia, assicura l'ottimizzazione dei backup per la trasmissione su rete WAN.
  • Ripristino di emergenza direttamente su host: è possibile ripristinare una macchina virtuale direttamente su un host vSphere, anche se vCenter Server è offline.

Facilità d'uso

vSphere Data Protection è stato progettato in modo specifico per le funzionalità di virtualizzazione e amministrazione della piattaforma vSphere. Ottimizzazione delle operazioni di backup grazie alla configurazione e alla gestione dei backup stessi mediante vSphere Web Client:

  • Appliance virtuale basata su Linux: installazione e configurazione semplificata dei backup.
  • Policy di backup basate su procedura guidata: possibilità di assegnare processi di backup a singole macchine virtuali o a contenitori più grandi, come cluster o pool di risorse, con pianificazioni e policy di conservazione specifiche.
  • Ripristino self-service a livello di file: consente agli amministratori del sistema operativo guest di ripristinare singoli file e cartelle.
  • Integrazione di vSphere Web Client: consente la gestione end-to-end dei backup da vSphere Web Client.

Dettagli tecnici

vSphere Data Protection può essere implementato su VMFS, file system di rete e datastore Virtual SAN. vSphere Data Protection viene gestito utilizzando vSphere Web Client. vSphere Data Protection viene implementato come appliance virtuale con quattro processori (vCPU) e un minimo di 4 GB di memoria, in base alla capacità dei dati di backup dell'appliance. Sono disponibili configurazioni con diverse capacità di dati di backup, comprese tra 0,5 TB e 8 TB, per ogni appliance di vSphere Data Protection. I requisiti della capacità si basano sul numero di macchine virtuali protette, sulla quantità di dati, sui periodi di conservazione dei dati di backup e sulle percentuali di modifiche dei dati. Tutti questi elementi possono variare notevolmente.

Backup a livello di immagine
vSphere Data Protection (VDP) crea backup a livello di immagine dell'intera macchina virtuale. L'appliance VDP comunica con vCenter Server per l'esecuzione di una snapshot dei file .vmdk della macchina virtuale. La deduplicazione avviene all'interno dell'appliance vSphere Data Protection. Ogni appliance vSphere Data Protection è in grado di eseguire simultaneamente il backup di un massimo di 8 macchine virtuali, se viene utilizzato il proxy interno, oppure di 24 macchine virtuali se vengono distribuiti proxy esterni.

Per creare e modificare un processo di backup, utilizzare la scheda Backup dell'interfaccia di vSphere Data Protection in vSphere Web Client. È possibile selezionare per il backup VM e contenitori quali data center, cluster o pool di risorse. Quando si utilizzano i contenitori, viene effettuato il backup di tutte le macchine virtuali in essi incluse al momento dell'esecuzione del processo. Le macchine virtuali aggiunte in seguito al contenitore vengono incluse nella successiva esecuzione del processo. Analogamente, quelle rimosse dal contenitore non verranno più incluse nei processi di backup. L'esecuzione dei backup può essere programmata con cadenza giornaliera, settimanale e mensile. È inoltre possibile eseguire un processo di backup manualmente.

Ripristini con rilevamento dei blocchi modificati (CBT)
Durante i backup a livello di immagine, vSphere Data Protection utilizza il rilevamento dei blocchi modificati (CBT). Il rilevamento dei blocchi modificati viene impiegato talvolta anche durante i ripristini a livello di immagine, allo scopo di migliorare velocità ed efficienza. vSphere Data Protection valuta automaticamente il carico di lavoro di entrambi i metodi di ripristino (ripristino di tutti i blocchi o calcolo e ripristino dei soli blocchi modificati) e utilizza quello che risulta più efficiente.

È possibile ripristinare le macchine virtuali in una posizione differente e/o rinominarle durante il processo di ripristino. Il rilevamento dei blocchi modificati non viene utilizzato in caso di ripristino di una macchina virtuale in una posizione differente.

Backup e ripristino application-aware a livello guest
vSphere Data Protection supporta il backup application-aware a livello guest per Microsoft SQL Server, Exchange e SharePoint. Gli agenti installati abilitano backup e ripristino dei database delle applicazioni. È inoltre possibile ripristinare singole cassette postali di Microsoft Exchange.

Replica dei dati di backup
La replica dei dati di backup fornisce un livello aggiuntivo di protezione contro la perdita dei dati e consente il Disaster Recovery in caso di perdita dell'appliance VDP di origine. I processi di replica determinano quali backup vengono replicati, in quale momento e posizione. I backup creati con l'appliance VDP possono essere replicati su un'altra appliance vSphere Data Protection e su EMC Avamar. Viene inoltre supportata la replica dei dati di backup archiviati su un sistema Data Domain. Per ridurre al minimo l'utilizzo della larghezza di banda della rete, vengono replicati solo segmenti di dati di backup univoci, mentre il flusso di replica viene crittografato per garantire sicurezza.

Integrazione con i sistemi Data Domain
vSphere Data Protection può essere configurato per utilizzare i sistemi Data Domain come destinazione di backup. I vantaggi sono evidenti, perché i sistemi Data Domain possono fornire ulteriore scalabilità, deduplicazione globale ed efficienza di backup migliorata mediante DD Boost (VDP include le librerie di DD Boost). La replica dei dati di backup può essere configurata tra due appliance vSphere Data Protection con destinazioni Data Domain separate. La configurazione della replica e la conservazione dei metadati di backup avviene nell'appliance vSphere Data Protection, mentre la replica dei dati di backup è eseguita direttamente tra appliance Data Domain. Vengono replicati solo segmenti di dati univoci, allo scopo di ridurre al minimo l'utilizzo della rete.

Ripristino da backup

Backup/ripristino

Ripristino da backup

Risorse