Riduzione al minimo del downtime in caso di guasti del server o del sistema operativo

vSphere High Availability (HA) garantisce la disponibilità richiesta da gran parte delle applicazioni in esecuzione su macchine virtuali, indipendentemente dal sistema operativo e dall'applicazione eseguita al suo interno. HA offre una protezione mediante failover coerente, efficiente ed economica in caso di guasti hardware e del sistema operativo all'interno di un ambiente IT virtualizzato. HA consente di:

  • Monitorare host e macchine virtuali vSphere per individuare eventuali guasti hardware e del sistema operativo guest.
  • Riavviare le macchine virtuali su altri host vSphere inclusi nel cluster senza interventi manuali in caso di rilevamento di un guasto di un server.
  • Ridurre il downtime delle applicazioni riavviando automaticamente le macchine virtuali al rilevamento di un guasto del sistema operativo.

Estensione e miglioramento della protezione in tutta l'infrastruttura

Le soluzioni per la disponibilità legate a sistemi operativi o applicazioni richiedono impostazioni e configurazioni complesse. HA può invece essere configurato con un solo clic dall'interno dell'interfaccia di vSphere Client. Con una semplice configurazione e requisiti minimi in termini di risorse, HA consente di:

  • Offrire una protezione coerente e automatica per tutte le applicazioni, senza modifiche all'applicazione stessa o al sistema operativo guest.
  • Stabilire una prima linea di difesa coerente per l'intera infrastruttura IT.
  • Proteggere le applicazioni prive di altre opzioni di failover, che diversamente rimarrebbero non protette.

Dettagli tecnici

HA fornisce la base per un ambiente ad alta disponibilità tramite il monitoraggio delle macchine virtuali e degli host su cui vengono eseguite. HA è una soluzione collaudata che offre scalabilità, affidabilità e facilità d'uso:

Scalabilità

  • Relazione di tipo master-slave tra i nodi: questo nuovo modello di relazione tra i nodi di un cluster sostituisce i nodi primari e secondari. Le azioni di disponibilità sono coordinate da un singolo nodo master, responsabile della comunicazione di attività e stato a vCenter Server. In questo modo si elimina buona parte del lavoro di pianificazione necessario per progettare un ambiente ad alta disponibilità: gli amministratori non devono più preoccuparsi di sapere quali host rappresentano nodi primari e dove sono collocati. Ciò risulta particolarmente utile quando HA viene distribuito su chassis blade e in ambienti cluster estesi.
  • Supporto di reti IPv6: consente ai reparti IT che richiedono un maggiore spazio di indirizzamento di utilizzare al meglio l'infrastruttura di rete.
  • Meccanismo di distribuzione semplice: esecuzione rapida e semplice di attività di routine quali la distribuzione dell'agente vSphere HA e la configurazione della funzionalità HA.

Affidabilità

In caso di guasto, l'ultima cosa di cui gli amministratori devono preoccuparsi è il funzionamento della soluzione ad alta disponibilità. Prendendo spunto dai feedback ricevuti dai clienti, VMware ha aggiunto alcune funzionalità per portare ai massimi livelli la fiducia nella soluzione HA:

  • Nessuna dipendenza da componenti esterni: HA non dipende in alcun modo dalla risoluzione DNS. In questo modo si riduce il rischio di compromettere le operazioni HA a causa del guasto di un componente esterno.
  • Vari percorsi di comunicazione: i nodi HA all'interno di un cluster possono comunicare sia tramite il sottosistema di storage sia tramite la rete di gestione. I vari percorsi di comunicazione aumentano la ridondanza e consentono una migliore valutazione dello stato di un host vSphere e delle relative macchine virtuali.
  • Regole anti-affinità VM-VM: HA è stato potenziato per rispettare le regole anti-affinità VM-VM definite in vSphere DRS, eliminando la necessità di eseguire migrazioni vMotion in seguito a failover.

Facilità d'uso

L'interfaccia migliorata di HA consente agli utenti di identificare rapidamente ruolo e stato di ogni nodo di un cluster. Inoltre, i messaggi relativi a condizioni di errore sono più chiari e consentono facilmente di intraprendere le azioni appropriate. Nella rara eventualità che si verifichi un problema con HA, è sufficiente esaminare un unico file di log, e questo velocizza i tempi di risoluzione.