Informazioni sul percorso di upgrade di vSphere

L'upgrade dell'ambiente a vSphere 5.5 viene eseguito in più fasi. I componenti che vengono aggiornati nelle prime fasi sono completamente compatibili con i componenti il cui upgrade non è stato ancora effettuato.

Fase 1: esecuzione dell'upgrade di VMware® vCenter Server™ con VMware® vCenter™ Update Manager™. Prima di iniziare questa fase, è necessario prendere nota di tutte le altre soluzioni VMware associate al proprio ambiente, ad esempio vCD (VMware® vCloud Director®) e SRM (VMware® vCenter™ Site Recovery Manager™), e utilizzare la matrice di interoperabilità dei prodotti VMware per determinare quali versioni di queste soluzioni sono compatibili con vCenter Server 5.5. Gli upgrade in-place a vCenter 5.5 sono supportati da vCenter 4.0 e versioni successive. In alternativa, è possibile scegliere di eseguire un'installazione pulita di vCenter 5.5.

Fase 2: upgrade degli host vSphere a vSphere 5.5. Questa operazione può essere eseguita in modo concatenato, aggiornando i singoli host di un cluster in successione dopo aver effettuato la migrazione delle macchine virtuali con VMware vSphere® vMotion® ai restanti host in esecuzione. Questo consente di eseguire l'upgrade degli host vSphere evitando tempi di fermo delle macchine virtuali. Gli upgrade in-place degli host a ESXi versione 5.5 sono supportati dagli host vSphere che eseguono ESX/ESXi 4.0, 4.1 ed ESXi 5.0 e 5.1. Se necessario, è possibile optare per un'installazione pulita di vSphere 5.5. I metodi disponibili per eseguire l'upgrade degli host vSphere includono il programma di installazione di ESXi, il comando ESXCLI da ESXi Shell, vSphere Update Manager e Auto Deploy.

Fase 3: completamento dell'upgrade delle macchine virtuali aggiornando prima VMware Tools e successivamente, se necessario, eseguendo l'upgrade dell'hardware virtuale. vSphere 5.5 fornisce una matrice di supporto esteso che consente di continuare a eseguire le versioni precedenti di VMware Tools e dell'hardware virtuale in una configurazione supportata sulle versioni più recenti di ESXi. Questa matrice agevola gli upgrade di vSphere poiché permette di eseguire immediatamente l'upgrade degli host di vCenter Server ed ESXi e, successivamente, l'upgrade in più fasi delle macchine virtuali. vSphere 5.5 supporta l'esecuzione delle macchine virtuali con VMware Tools versione 4.x e 5.x e con l'hardware virtuale nelle versioni 4, 7, 8, 9 e 10.

Per essere aggiornate, le macchine virtuali devono essere spente, pertanto è necessario pianificare i periodi di interruzione richiesti in questa fase. È possibile eseguire un upgrade orchestrato delle macchine virtuali con vSphere Update Manager, che consente di eseguire contemporaneamente l'upgrade di VMware Tools e dell'hardware virtuale.

Diagramma di flusso dell'upgrade di VMware Tools:

Le macchine virtuali che eseguono le versioni più recenti di VMware Tools sono supportate dagli host di ESX/ESXi 4.x precedenti. Ulteriori informazioni sono disponibili nella matrice di compatibilità di vSphere.

Diagramma di flusso dell'upgrade dell'hardware virtuale:

Le versioni più recenti dell'hardware virtuale non sono compatibili con le versioni precedenti degli host di ESX/ESXi. Prestare attenzione a eseguire l'upgrade dell'hardware virtuale solo dopo aver aggiornato a ESXi 5.5 tutti gli host di vSphere. Ulteriori informazioni sono disponibili nella matrice di compatibilità di vSphere.

Fase 4: la fase finale consiste nell'upgrade dei datastore a VMware vSphere® VMFS versione 5. Questa operazione può essere eseguita con le macchine virtuali in modalità live in esecuzione sui datastore, senza tempi di fermo. vSphere 5.x supporta integralmente i datastore con VMFS versione 3, pertanto l'upgrade dei datastore può essere eseguito in qualsiasi momento.

Quando si effettua l'upgrade dei volumi VMFS 3 a VMFS 5, il volume VMFS-5 aggiornato mantiene le caratteristiche della partizione del datastore VMFS-3 originale. Per i volumi VMFS di maggiori dimensioni su storage condiviso, è consigliabile creare un nuovo volume VMFS 5 e utilizzare Storage vMotion per eseguire la migrazione dei dati.