Abilita la disponibilità e la mobility delle applicazioni per il private cloud con Site Recovery Manager

Semplifica il Disaster Recovery con l'unica soluzione integrata con VMware che può essere eseguita su qualsiasi piattaforma di storage. VMware Site Recovery Manager (SRM) fornisce una gestione basata su policy, riduce al minimo il downtime in caso di eventi disastrosi tramite l'orchestrazione automatizzata e consente test senza interruzioni dei piani di Disaster Recovery. Site Recovery Manager è disponibile come licenza perpetua o come servizio tramite VMware Site Recovery per VMware Cloud on AWS.

Semplicità di gestione basata su policy

Usa l'automazione basata su policy per proteggere senza difficoltà migliaia di macchine virtuali con piani di ripristino centralizzati gestiti da vSphere Web Client.

Compatibile con qualsiasi storage

Scopri la flessibilità e la possibilità di scelta attraverso l'integrazione nativa con vSphere Replication, Virtual Volumes (vVols) e soluzioni di replica basata su array di tutti i principali partner di storage VMware.

Compatibilità con l'hybrid cloud

Ottieni protezione di Disaster Recovery end-to-end as-a-Service con VMware Site Recovery per VMC on AWS. Questa soluzione rapida da distribuire utilizza al meglio gli investimenti esistenti e prepara per l'hybrid cloud.

Riduci il TCO

Spese operative per il Disaster Recovery ridotte e ottimizzazione dei dispendiosi audit DR con la creazione automatica di report di failover.

Novità di Site Recovery Manager 8.3

Supporto per vSphere Virtual Volumes (vVols)

Semplifica l'orchestrazione del Disaster Recovery per i datastore tradizionali e vVols, adesso pienamente supportati e integrati con la replica basata su array di SRM.

Protezione accelerata

Assicura la protezione dei dati in un ambiente in rapida evoluzione grazie al rilevamento e alla protezione automatici delle VM create su LUN o in gruppi di replica vVols. Evita la supervisione e gli errori manuali con il ridimensionamento continuo del disco dal sito protetto al sito di ripristino.

Esperienza di automazione migliorata

Per una gestione semplificata e la massima visibilità della soluzione di DR, abbiamo aggiunto nuovi strumenti per aumentare l'automazione e migliorare l'interfaccia utente.

Risorse correlate

Introduzione a Site Recovery Manager 8.3

Scopri le novità della soluzione leader del settore che favorisce la disponibilità e la mobility delle applicazioni in ambienti di private cloud.

Ripristino rapido e interruzione minima delle attività con Site Recovery Manager

Scopri perché Shriram Value, un conglomerato di servizi finanziari, ha scelto SRM per la pianificazione del Disaster Recovery e della Business Continuity.

Test drive di Site Recovery Manager

Prova l'esperienza pratica di pianificare la migrazione di un data center ed eseguire un piano di Disaster Recovery. È gratuito e non devi installare nulla.

 

Opzioni di acquisto

VMware Site Recovery Manager è disponibile in due versioni, Standard ed Enterprise.

Entrambe le versioni standalone sono concesse in licenza per macchina virtuale protetta e vendute in pacchetti da 25 macchine virtuali.

Licenze

Standard

Enterprise

Numero massimo di macchine virtuali protette

75 VM per sito Nessun limite di licenze

 

 

Caratteristiche

Standard

Enterprise

Interoperabilità con VMware Cloud Foundation

Piani di ripristino centralizzati

Test senza interruzioni delle attività

Failover di Disaster Recovery automatico

Migrazione pianificata del data center

Riprotezione e failback automatizzati

Supporto della replica basata su array

Protezioni automatiche delle macchine virtuali

Supporto di vSphere Replication

Supporto dello storage esteso

 

Orchestrazione delle operation di Cross vCenter vMotion

 

Supporto di Virtual Volumes (vVols)

 

Domande frequenti

Site Recovery Manager (SRM) è la soluzione di gestione del Disaster Recovery (DR) leader del settore, progettata per ridurre al minimo il downtime nel caso si verifichi un evento disastroso. Offre gestione basata su policy, orchestrazione automatizzata e test senza interruzione delle attività di piani di ripristino centralizzati. È destinato alle macchine virtuali e offre la necessaria scalabilità per gestire tutte le applicazioni in un ambiente vSphere.

SRM automatizza e orchestra il failover e il failback, garantendo un downtime minimo nel caso si verifichi un evento disastroso. I test integrati senza interruzione delle attività garantiscono il raggiungimento dei Recovery Time Objective.

Nel complesso, SRM semplifica la gestione tramite l'automazione, garantisce tempi di ripristino rapidi e altamente prevedibili e riduce al minimo il costo totale di proprietà. SRM è adatto per più casi d'uso, come il Disaster Recovery, la prevenzione dei disastri, le migrazioni pianificate dei data center, il bilanciamento del carico a livello di sito e persino i test di manutenzione delle applicazioni.

Per la massima flessibilità e possibilità di scelta, Site Recovery Manager si integra con vSphere tramite VMware Server e una tecnologia di replica sottostante. Può integrarsi in modo nativo con gli array di storage integrati vSphere Replication, vSphere Virtual Volumes (vVols) o con una vasta gamma di soluzioni di replica basate su array di storage dei principali vendor di storage tramite Storage Replication Adapter

SRM guida gli utenti attraverso il processo di configurazione dei piani di ripristino. Al momento del failover o del test, SRM automatizza l'esecuzione del piano di ripristino. SRM consente ai team di eseguire test frequenti senza interruzione delle attività, anche durante gli orari di lavoro, per consentire il raggiungimento di obiettivi di ripristino prevedibili. Riduce i tempi di ripristino a pochi minuti con workflow di orchestrazione automatizzata. E ottiene l'azzeramento del downtime per la mobility delle applicazioni grazie all'orchestrazione, secondo necessità, della migrazione live delle macchine virtuali tra più siti.

Site Recovery Manager richiede l'uso di vSphere Replication, array di storage integrati vSphere Virtual Volumes (vVols), replica basata su array o replica basata su storage per gli array di storage iSCSI, FibreChannel o NFS. Per la replica basata su storage, VMware collabora con partner di storage per garantire che i clienti possano distribuire SRM con lo storage e la piattaforma di replica dello storage che preferiscono. SRM funziona con un'ampia gamma di software di replica tramite plug-in Storage Replication Adapter (SRA) sviluppati e certificati dai vendor di storage per essere utilizzati con SRM. Quando si utilizzano array di storage integrati vVols, il provider VASA sostituisce l’SRA. Per l'elenco aggiornato di SRA e storage supportati, vedi la matrice di compatibilità dei partner di storageVisualizza la matrice di compatibilità di SRM per vVols.

VMware Site Recovery for VMware Cloud on AWS è un servizio separato, ma è basato su Site Recovery Manager e vSphere Replication. Site Recovery offre il Disaster Recovery as-a-Service on-demand per proteggere i carichi di lavoro on-premise e su VMware Cloud on AWS. Questo servizio automatizza il ripristino dei carichi di lavoro in un evento di DR tra i data center on-premise e VMware Cloud on AWS, oltre che tra istanze diverse di VMware Cloud on AWS. Replica i carichi di lavoro su VMware Cloud on AWS, permettendo di attivarli ogni volta che ne hai bisogno.

vSphere Replication è la tecnologia di replica basata su hypervisor VMware per le macchine virtuali vSphere. vSphere Replication protegge le macchine virtuali da errori del sito parziali o completi. Semplifica la protezione DR attraverso la replica indipendente dallo storage e incentrata sulla macchina virtuale. Supporta inoltre una varietà di soluzioni di storage sottostanti con ripristino temporizzato e Recovery Point Objective personalizzabili, che vanno da cinque minuti a 24 ore.

vSphere Replication è configurato su una base per VM, che consente un controllo accurato sulle macchine virtuali replicate. Questa replica avviene da un sito primario a un sito secondario, tra due cluster in un singolo sito e da più siti di origine a un sito di destinazione singolo, indipendentemente dall'array di storage sottostante. vSphere Replication è una funzionalità della piattaforma vSphere e si integra in modo nativo con Site Recovery Manager.

Sono richieste le istanze di vSphere, vCenter Server e Site Recovery Manager sia nel sito protetto, sia nel sito di ripristino. SRM richiede inoltre un prodotto di replica sottostante per copiare le macchine virtuali nel sito di ripristino. I clienti possono scegliere di utilizzare gli array di storage integrati vSphere Replication, Virtual Volumes (vVols) o un software di replica basata su array di terze parti. Quando si utilizza un software di replica basata su array, è necessario uno Storage Replication Adapter (SRA).

Visita il Centro di valutazione di Site Recovery Manager, l'opzione migliore per consultare la documentazione tecnica e le guide all'installazione e poter valutare al meglio Site Recovery Manager.

VMware Site Recovery accelera i tempi di protezione sfruttando la flessibilità e l'economia del cloud. Invece di creare un sito di DR on-premise secondario, puoi attivare facilmente un ambiente VMware su AWS. Site Recovery utilizza inoltre gli stessi strumenti e lo stesso ambiente operativo già noti, dal cloud on-premise al public cloud, semplificando così notevolmente le operation di DR e consentendo il "DR in un giorno".

Per ulteriori domande e risposte, controlla tutte le domande frequenti su Site Recovery Manager.