Il Software-Defined Storage di VMware offre un'architettura di storage per il data center semplice ma intelligente, in linea con le esigenze aziendali e le richieste delle applicazioni, che consente di eliminare l'hardware statico, specifico e inefficiente grazie a soluzioni dinamiche, agili e automatizzate.

    

Allineamento di storage e applicazioni

La vision di VMware consiste nell'evoluzione delle architetture di storage tramite la diffusione dell'hypervisor, in modo da garantire allo storage le stesse caratteristiche di semplicità, efficienza e riduzione dei costi che la virtualizzazione del server ha introdotto nell'elaborazione.

Il Software-Defined Storage (SDS) astrae lo storage sottostante tramite un data plane virtuale, trasformando la macchina virtuale (VM), e di conseguenza l'applicazione, nell'unità fondamentale per la gestione e il provisioning di storage su sistemi di storage eterogenei.

Attraverso la creazione di una separazione flessibile tra applicazioni e risorse disponibili, l'hypervisor è in grado di bilanciare tutte le risorse IT richieste da un'applicazione: elaborazione, memoria, storage e rete.

Le soluzioni SDS VMware migliorano i data center attuali offrendo:

  • Servizi di storage in base all'applicazione: il Software-Defined Storage viene applicato a livello di VM, consentendo di personalizzare i servizi di storage in base a requisiti applicativi specifici e di modificarli a seconda delle esigenze di una data applicazione, senza incidere sulle applicazioni vicine. Gli amministratori hanno il pieno controllo dei servizi di storage utilizzati dalle singole applicazioni, quindi dei relativi costi.
  • Modifiche rapide all'infrastruttura di storage: il Software-Defined Storage utilizza un modello dinamico e senza interruzioni operative, esattamente come avviene nella virtualizzazione del layer di elaborazione. Gli amministratori IT possono soddisfare con precisione le richieste di un'applicazione e fornire le risorse esattamente quando sono necessarie. I servizi di storage diventano fluidi e un'applicazione può riceverne quantità diverse in momenti diversi.
  • Supporto di storage eterogeneo: il Software-Defined Storage offre tutta la flessibilità necessaria per utilizzare al meglio le soluzioni di storage esistenti, ad esempio SAN, NAS o Direct Attached Storage, su hardware x86 standard di settore. I server standard di settore, dorsale dell'infrastruttura iperconvergente, consentono alle organizzazioni IT di progettare ambienti di storage scalabili e a basso costo, facilmente adattabili a specifiche esigenze di storage in continua evoluzione.

Tecnologie Software-Defined Storage

vSAN

vSAN è il software leader del settore che supporta le soluzioni di infrastruttura iperconvergente. L'esclusiva architettura all'interno del kernel di vSAN fornisce prestazioni flash ottimizzate e uno storage scalabile in modo elastico per qualsiasi applicazione virtualizzata, con un risparmio del TCO fino al 50%.

vSAN

Site Recovery Manager

SRM è il software di Disaster Recovery leader del settore capace di abilitare la disponibilità e la mobility delle applicazioni tra più siti in ambienti di cloud privato con gestione basata su policy, funzionalità di test senza interruzioni di servizio e orchestrazione automatizzata.

Site Recovery Manager

Virtual Volumes

Virtual Volumes è un framework di integrazione e gestione per lo storage esterno che offre un controllo più preciso a livello di VM, semplifica le operazioni di storage e offre flessibilità nella scelta.

Virtual Volumes

IN PRIMO PIANO 

Presentazione della soluzione ESG

Infrastruttura personalizzata ed efficiente grazie al Software-Defined Storage.

Risorse tecniche per storage e disponibilità

StorageHub è il sito di riferimento per i documenti tecnici relativi a vSAN, Virtual Volumes, SRM e vSphere Replication.