Abilita l'hybrid cloud con un'infrastruttura semplice, affidabile e a prova di futuro

L'ambiente IT decentralizzato è una realtà consolidata e i team IT hanno bisogno di un'infrastruttura semplice, efficiente e affidabile in grado di eseguire qualsiasi applicazione all'edge, nel data center core e nel cloud. vSAN 7 Update consente alle organizzazioni IT di fornire un'infrastruttura predisposta per gli sviluppatori con maggiore resilienza e operation semplificate.

Panoramica tecnica: novità in vSAN 7 Update 3

Scopri le nuove funzionalità e le ottimizzazioni dell'ultima release.

Offri servizi stateful con vSAN Data Persistence

Riduci il TCO e migliora le prestazioni delle applicazioni con la piattaforma vSAN Data Persistence, che offre una solida integrazione con l'infrastruttura VMware e Kubernetes.

Leader nel mercato dell'infrastruttura iperconvergente

Con oltre 30.000 clienti, vSAN rimane al 1° posto nel mercato HCI, conquistando una quota superiore al 43% nel primo trimestre del 2021.

Scopri come vSAN può soddisfare le tue esigenze

Ottieni una panoramica tecnica dei casi d'uso di vSAN e dei contenuti specifici del settore.

Il catalogo dei contenuti del VMworld 2021 è ora disponibile!

Oltre 600 sessioni, 8 percorsi di apprendimento, Hands-on Lab, accesso a esperti e altro ancora.

Nuove funzionalità di vSAN 7 Update 3

Fornisci un'infrastruttura compatibile con intelligenza artificiale/apprendimento automatico e predisposta per gli sviluppatori

  • Soluzioni ad alta disponibilità per lo storage nativo per il cloud 

    • Il driver vSAN CSI è ora supportato con cluster estesi, consentendo una maggiore disponibilità per ridurre le interruzioni. I cluster estesi prolungano un cluster vSAN da uno a due siti per una maggiore disponibilità e un bilanciamento del carico tra i siti. La manutenzione o la perdita di un sito non influisce sul funzionamento complessivo del cluster, consentendo l'uso di cluster estesi per la manutenzione pianificata e le situazioni di emergenza.
    • vSAN aggiunge il supporto della topologia Kubernetes per l'alta disponibilità e il driver CSI ora consente a Kubernetes di distribuire le repliche in più zone di disponibilità (AZ) gestite da una singola istanza di vCenter per scopi di disponibilità. Gli amministratori dell'infrastruttura virtuale possono configurare singoli cluster vSphere o gruppi di host DRS come zone Kubernetes e gli sviluppatori possono utilizzare i tag di zona per distribuire i PV in più zone.  
  • Storage a oggetti compatibile con S3 per carichi di lavoro AI/ML nativi per il cloud Dell EMC ObjectScale è ora disponibile sulla piattaforma vSAN Data Persistence. Questo ti consente di distribuire e utilizzare in modo efficiente gli archivi di oggetti compatibili con S3 per le tue applicazioni AI/ML native per il cloud direttamente dalla piattaforma hybrid cloud diffusa di VMware Cloud Foundation with Tanzu. Inoltre, puoi eseguire l'upgrade dei servizi di storage a oggetti in modo asincrono, senza dover aggiornare l'ambiente VMware alla release più recente. In questo modo, avrai a disposizione le funzionalità più recenti non appena saranno disponibili.


*Dell EMC ObjectScale deve essere acquistato separatamente

Semplificazione delle operation

  • Monitoraggio della rete e risoluzione dei problemi migliorati In questa release, vSAN fornisce controlli aggiuntivi dello stato della rete, risolvendo in modo proattivo i problemi di deployment più comuni che generano richieste di assistenza. I controlli dello stato includono:

    • Identificazione degli indirizzi IP duplicati
    • Abilitazione di una sospensione temporanea nella trasmissione dei dati durante la congestione della rete per evitare la perdita di pacchetti
    • Esecuzione di un test di configurazione MTU su VMK e vSwitch per ottimizzare le prestazioni riducendo la latenza
    • Abilitazione della porta per i servizi obbligatori di vSAN

  • Correlazione dei controlli dello stato A volte un singolo problema di deployment può attivare più controlli dello stato, rendendo difficile l'identificazione della causa sottostante. vSAN 7 Update 3 utilizza i dati di VMware Skyline Health per correlare più problemi di stato ed evidenziare la causa primaria degli avvisi, consentendo agli amministratori di identificare rapidamente il problema più importante e di risolverlo rapidamente. Se combinata con la funzionalità di cronologia dei controlli dello stato, la risoluzione dei problemi diventa molto più semplice.
  • I/O Trip Analyzer Ottieni una panoramica del percorso I/O di vSAN per una VM con un solo clic, creando un'unica fonte di informazioni per la risoluzione dei problemi. Le informazioni fornite includono:

    • Diagramma trip I/O visivo
    • Analisi dettagliata della latenza I/O delle VM in base alla fase di spostamento
    • Statistiche disaggregate: deviazione media standard della latenza I/O in ogni fase

  • Miglioramenti di vSphere Lifecycle Manager (vLCM) Non è necessario controllare manualmente se gli aggiornamenti del firmware sono presenti in Hardware Compatibility List (HCL) per garantire che vSAN venga eseguito in modo prevedibile. vSAN 7 Update 3 convalida il firmware del dispositivo del disco rispetto ad HCL prima di applicare l'immagine desiderata al cluster. Inoltre, vSphere Lifecycle Manager esegue l'upgrade dei testimoni dedicati (non dei testimoni condivisi) per i deployment a 2 nodi e in cluster estesi.

 

Miglioramenti della piattaforma di accesso

  • Resilienza ai guasti del sito del cluster esteso/testimone vSAN ora consente a un sito in un cluster esteso di funzionare normalmente nonostante un'interruzione nel secondo sito e nella VM testimone. Dopo il ripristino della VM testimone o del sito secondario, vSAN viene ricreato e risincronizzato normalmente senza necessità di intervento da parte dell'utente. Questa funzionalità si applica anche alle configurazioni a 2 nodi.
  • Domini di errore nidificati per deployment a 2 nodi Per aumentare la disponibilità di deployment HCI di piccole dimensioni, gli utenti con un minimo di tre gruppi di dischi per nodo possono eseguire il mirroring dei dati tra due gruppi di dischi. In caso di guasto di un disco o di un gruppo di dischi sul nodo, la copia mirror mantiene i dati disponibili.
  • Supporto di Key Persistence In vSphere 7 Update 2, VMware ha introdotto vSphere Native Key Provider, un meccanismo per abilitare vTPM, VM Encryption e vSAN Encryption integrato direttamente e totalmente in vSphere stesso. In questa release, vSAN supporta la capacità della soluzione vSphere Key Management di archiviare le chiavi nel chip TPM, consentendo uno storage sicuro e persistente per evitare perdite. Questa funzionalità soddisfa le esigenze di due possibili scenari in cui le chiavi potrebbero non essere disponibili: interruzioni e perdita di connettività al KMS.

 

Vuoi iniziare subito?