vSAN ti permette di passare rapidamente all'infrastruttura iperconvergente

vSAN è un componente essenziale della VMware Digital Foundation, un pannello di controllo diffuso che si estende dall'edge al core fino al cloud, che offre alle aziende agilità e disponibilità superiori con un'architettura di hybrid cloud pronta all'uso. L'infrastruttura iperconvergente (HCI) VMware supporta più casi d'uso dell'hybrid cloud rispetto a qualsiasi altra soluzione oggi disponibile.

Con vSAN 6.7 Update 1 è semplice adottare l'infrastruttura iperconvergente grazie a operation semplificate che accelerano il time-to-value per le attività iniziali e successive. Questa release utilizza inoltre l'infrastruttura in modo più efficiente tramite il recupero automatico dello spazio, caratteristica che riduce il costo totale di proprietà dello storage. ReadyCare accelera la risoluzione dei problemi grazie a processi di diagnosi più rapidi e migliora le funzionalità self-service con il monitoraggio centralizzato dello stato.

Video Play Icon

Introduzione tecnica alle innovazioni più recenti nell'infrastruttura iperconvergente VMware

Scopri le nuove funzionalità di vSAN 6.7 Update 1

Introduzione alle funzionalità principali di vSAN

Vuoi saperne di più su vSAN ma hai poco tempo a disposizione? Guarda la serie di video #StorageMinute.

Guarda

VMware riconosciuta come leader nel report The Forrester Wave: Hyperconverged Infrastructure, Q3 2018

VMware riceve il punteggio più alto nella categoria della strategia.

Telefonica riduce la complessità e i costi dell'infrastruttura con vSAN

Scopri i vantaggi ottenuti da Telefonica grazie a un approccio Software-Defined.

Ecco la sua storia

MIGLIORAMENTI APPORTATI ALLA SOLUZIONE

Ecco alcune delle novità più interessanti di vSAN 6.7 Update 1 in termini di funzionalità e aggiornamenti:

 

  • Procedure guidate per la creazione e l'estensione dei cluster HCI
    Un nuovo workflow guidato per la creazione e l'estensione dei cluster che offre una procedura guidata dettagliata e completa per aiutare nella gestione delle operation iniziali e successive. Questo workflow assicura all'amministratore che tutte le operazioni di creazione di un cluster vengano completate nella sequenza corretta. Il workflow include anche i cluster estesi.

  • Aggiornamento di firmware e driver basato su VUM
    VUM assicura agli amministratori una gestione coerente del ciclo di vita in tutto il cluster. Questo aggiornamento automatizza l'installazione di patch per i driver e il firmware di controller I/O degli host per Dell, Fujitsu, SuperMicro e Lenovo ReadyNode. I controlli dello stato adesso avvisano i clienti quando una nuova patch diventa disponibile. VUM assicura gestione automatizzata delle patch per un cluster HCI e gestisce entrambi i firmware di elaborazione e di storage da vCenter.

  • Modalità di manutenzione intelligente
    La modalità di manutenzione intelligente assicura prestazioni coerenti per le applicazioni oltre che resilienza durante le attività di manutenzione. vSAN offre maggiore protezione avvisando gli utenti quando l'accesso a un host in modalità di manutenzione può compromettere le prestazioni e impedisce in modo proattivo l'attivazione della modalità di manutenzione se prevede che avrà esito negativo.

  • Miglioramenti a PowerCLI e SPBM
    vSAN presenta nuove impostazioni avanzate del cluster nell'interfaccia utente e nuovi cmdlet in PowerCLI. vSAN automatizza inoltre le attività di backup e ripristino delle policy SPBM se vCenter viene sostituito o ripristinato dopo un guasto.

  • Integrazione con UNMAP per uno storage efficiente
    UNMAP automatizza il recupero dello spazio, riducendo la capacità utilizzata dalle applicazioni. vSAN si integra con le richieste UMAP SCSI avviate dal sistema operativo guest, liberando spazio quando i file del sistema operativo guest vengono eliminati o troncati. Questa funzione evita inoltre il destaging dei dati inutilizzati nel livello di capacità.

  • MTU mista con separazione del traffico testimone
    Abilita topografie di rete flessibili per i cluster estesi. In questo modo, il traffico testimone può avere un valore MTU più basso rispetto al traffico dati vSAN, permettendo alle aziende di proteggere i propri investimenti nell'infrastruttura di rete.

  • Miglioramenti del servizio di stato
    I miglioramenti apportati al servizio di stato accelerano le funzionalità self-service permettendo ai clienti di risolvere i problemi rapidamente. Gli aggiornamenti di questa release includono un test proattivo delle prestazioni di rete, la possibilità di silenziare i controlli di stato dalla UI, la riduzione dei falsi positivi di alcuni controlli dello stato e un riepilogo dei risultati di tutti i controlli dello stato in un'unica finestra con una breve descrizione e le azioni consigliate per ciascun controllo.

 

Per ulteriori informazioni, consulta le risorse tecniche in StorageHub per vSAN, VVOLs, SRM e VR.