Caratteristiche

vSphere High Availability

Garanzia della continuità operativa dei sistemi

Riduci al minimo il downtime con una protezione mediante failover coerente, efficiente ed economica in caso di guasti hardware e del sistema operativo nell'ambiente virtualizzato con vSphere High Availability (HA). Monitora gli host e le macchine virtuali, riavviandole automaticamente su altri host nel cluster quando viene rilevata un'interruzione delle attività. HA offre una protezione coerente e automatica per tutte le applicazioni, senza alcuna modifica dell'applicazione stessa o del sistema operativo guest.  

Migrazione live delle macchine virtuali

Migrazione live dei carichi di lavoro

vSphere vMotion consente di spostare un'intera macchina virtuale in esecuzione da un server fisico a un altro, senza downtime. La macchina virtuale conserva le connessioni e l'ID di rete esistenti, garantendo un processo di migrazione trasparente. Trasferisci lo stato di esecuzione esatto e la memoria attiva della macchina virtuale su una rete ad alta velocità, permettendo alla macchina virtuale di passare dall'esecuzione sull'host vSphere di origine all'esecuzione sull'host vSphere di destinazione. Tutto questo processo richiede meno di due secondi su una rete Gigabit Ethernet. Questa funzionalità è disponibile su switch virtuali, vCenter Server e anche su lunghe distanze.

Gestione centralizzata della rete

Gestione centralizzata della rete

Puoi eseguire il provisioning, gestire e monitorare il networking virtuale su più host e cluster da un'interfaccia centralizzata. vSphere Distributed Switch fornisce inoltre funzionalità avanzate di monitoraggio e risoluzione dei problemi, inclusi rollback e ripristino per l'installazione di patch e l'aggiornamento della configurazione di rete, nonché template per abilitare il backup e il ripristino della configurazione del networking virtuale. 

Deployment e provisioning rapidi

Deployment e provisioning rapidi

È possibile associare i profili host, in cui sono memorizzate le impostazioni di configurazione condivise dagli host vSphere, a uno o più host o cluster. La configurazione host viene messa a confronto con il profilo host ed eventuali deviazioni segnalate, in modo che lo scostamento della configurazione venga corretto automaticamente. Gli amministratori possono creare un profilo che potrà essere utilizzato in seguito con Auto Deploy per eseguire rapidamente il provisioning e la distribuzione di più host vSphere, senza dover ricorrere a script specifici o ad attività manuali di configurazione.  

Definizione della priorità delle risorse per le macchine virtuali

Definizione della priorità delle risorse per le macchine virtuali

vSphere Network I/O Control (NIOC) e vSphere Storage I/O Control (SIOC) eseguono il monitoraggio della rete e dello storage e spostano automaticamente le risorse per renderle disponibili alle applicazioni ad alta priorità in base alle regole e alle policy impostate. Queste funzionalità consentono di espandere i noti costrutti delle quote e dei limiti di CPU e memoria per gestire l'utilizzo della rete o dello storage attraverso l'allocazione dinamica della capacità di I/O in un cluster di host vSphere, migliorando la produttività degli amministratori mediante la riduzione della gestione attiva delle prestazioni.